Importanza nazionale

Non a caso lo chiamano La perla delle Alpi. Il territorio di San Bernardino vanta spettacolari ricchezze naturali e varietà ambien-tali, soggette a ripetuti studi scientifici e da decenni tutelate al massimo livello nazionale.

Inventario federale dei paesaggi e dei monumenti naturali d'importanza nazionale

La piccola regione di San Bernardino e Hinterrhein vanta ben due vaste zone protette da questo pregevole inventario. La sorgente del Reno e il valico del Passo San Bernardino (oggetto 1907) è stata inventariate nel 1977. Questa superficie di 5'797 ettari viene premiata per l’ingente valore delle diversità geologiche, geomorfologiche, zoologiche e floreali vigenti sul territorio.

Le Paludi del San Bernardino (oggetto 1912) entrano a far parte dell’inventario nel 1996. La superfice di 347 ettari, attorno al villaggio, racchiude un paesaggio topografico riccamente articolato, distinto da un elevatissimo numero di specie e spazi vitali ricorrenti.

Inventario federale delle zone palustri di particolare bellezza e importanza nazionale

Il San Bernardino è l’unico passo della Svizzera esteso in una zona palustre con rocce montonate. La protezione della Zona palustre San Bernardino di 781 ettari (oggetto 53) è entrata in vigore nel 1996. L’area costituisce un paesaggio semi-naturale, ricco di paludi e torbiere in stretta relazione ecologica, culturale e storica col territorio adiacente.

Inventario federale delle torbiere alte e intermedie d’importanza nazionale

Nel corso degli ultimi 150 anni, in Svizzera più del 90 per cento delle torbiere e paludi sono state irreparabilmente distrutte, poiché considerate territori privi di valore. Oggi si annoverano tra i biotopi più pregiati in natura e rappresentano gli ultimi spazi vitali per numerose specie vegetali e animali minacciate di estinzione. A San Bernardino si contano ben cinque torbiere (oggetti 223-227) e due paludi (oggetti 1626, 1640) meritevoli della tutela nazionale, entrata in vigore nel 1991.

Inventario federale dei prati e pascoli secchi d’importanza nazionale

I prati e i pascoli secchi sono il risultato di una tradizione agricola plurisecolare. Le attività estensive di sfalcio e pascolo hanno condotto alla coevoluzione di un altissimo numero di specie sia vegetali che animali. A San Bernardino sono protette cinque superfici con prati e i pascoli secchi (oggetti 9332, 9334, 9335, 9339, 11471).

Inventario delle bandite federali di caccia

Protetta dal 1966, la zona Trescolmen si estende tra la Mesolcina e la Calanca, su oltre 450 ettari del versante occidentale della valle. La bandita vanta un notevole numero di biotopi, consta soprattutto di pascoli alpestri, pietraie e rocce.

Inventario delle vie storiche della Svizzera

Il Passo del San Bernardino ospita molteplici manufatti stradali di diverse epoche storiche che fanno parte dell’Inventario delle vie storiche della Svizzera (IVS). Oltre alla mulattiera antica si può percorrere la via storica resa carrabile nella seconda metà del XVIII secolo che incrocia e lambisce più volte la strada carrozzabile d’inizio Ottocento, ottimamente restaurata alla fine del secolo scorso.